Anche io “Telematicus Romanus”

Da un gruppo su Facebook riemerge un vecchio articolo del Corriere della Sera che racconta di quell’epoca di pionieri della telematica. Non ricordavo questo articolo ma che nostalgia di quelle notti e di quegli amici. Bello ricordare anche Edoardo e Arrigo che non ci sono più.

Lo incollo qui sotto (così come ce lo restituisce WayBackMachine), affinché non si perda di nuovo

FASCINO INTERNET . SONO PIU’ DI TRENTAMILA GLI ADEPTI DELLA ” CARBONERIA DEL COMPUTER ”
Il ” telematicus romanus ”
Giovani, polemici, grafomani: l’ identikit dei maniaci del modem

————————- PUBBLICATO —————————— FASCINO INTERNET . Sono piu’ di trentamila gli adepti della “carboneria del computer” TITOLO: Il “telematicus romanus” Giovani, polemici, grafomani: l’ identikit dei maniaci del modem – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – “Downloadavo un file di due mega a zetamodem da una Bbs, quando mi entra una raffica di spurie e la linea crolla. Allora provo col recovery, niente tutto perso”. “Io invece sto combattendo col Telix che non riesce a trovare Com 2. Devo aver sbagliato gli Irq o qualche altro settaggio, tu che dici? Ho anche qualche difficolta’ con i collegamenti slip e con il Trumpet Winsock, ma presto ne saro’ fuori”. Dialetto marziano per un comune mortale, un dialogo di questo tenore e’ pane quotidiano per l’ Homo Telematicus Romanus, specie sempre piu’ diffusa in citta’ . E il popolo sommerso e invisibile dei patiti del computer e della comunicazione telematica, una Carboneria che di giorno in giorno conquista adepti e inizia nuove reclute. Ventimila? Trentamila? Forse di piu’ . Nessuno e’ in grado di saperlo. Il popolo telematico non si riunisce, non fa manifestazioni, non organizza assemblee, non si fa contare, scambia messaggi e chiacchiere sulle reti elettroniche, possibilmente a tarda sera quando il telefono costa meno, poi si scollega dalla rete e sparisce nel nulla lasciandosi dietro una scia di impulsi digitali. Per quanto sfugga a un identi kit preciso, l’ Homo Telematicus Romanus possiede normalmente alcune caratteristiche. E giovane, dai vent’ anni ai 45, e’ maschio, ama fare le ore piccole, odia la Telecom Italia che ha inventato la tariffa urbana a tempo, (a Roma, ogni due minuti di collegamento, il telefono scatta), e’ generalmente un grafomane. Scrive, polemizza e interviene su qualunque argomento gli stia a cuore e diffonde la propria voce sui computer del grande villaggio. E gli altri leggono. “E uno degli aspetti piu’ belli della telematica”, spiega Edoardo Lodolini, 31 anni, perito elettronico e agente di commercio dell’ Ansaldo, “tu dici la tua, spedisci il messaggio e nessuno ti puo’ interrompere. Al massimo possono evitare di leggerti”. Aggiunge Cristiano De Lucrezia, che lavora alla Sistemi Informativi Spa (gruppo Ibm): “E come avere un editore a tua disposizione. Tu scrivi quello che vuoi e lui ti pubblica. E poi, nulla e’ piu’ bello dell’ accendere il computer al mattino e trovare un po’ di messaggi nella tua casella postale elettronica”. Scavando un po’ si scopre presto che il villaggio telematico romano non e’ affatto popolato solo di informatici e esperti programmatori. Tutt’ altro. Alla comunicazione elettronica si arriva dalle vie piu’ diverse e casuali. Bruno Cattivelli, per esempio, che ha 33 anni e gestisce il pub “La River Gauche” a San Lorenzo, serve birra e batte gli scontrini, ma senza computer e modem non potrebbe piu’ vivere: “Usavo il computer per hobby, poi un giorno ho provato le prime connessioni col modem. Era divertente e ho continuato. Ora, senza modem, il computer non lo concepisco nemmeno. Ho conosciuto un sacco di gente e molti sono ora qui, nel mio locale”. O l’ indimenticabile Eddy Ottoz . quarto alle Olimpiadi di Tokio, medaglia d’ argento a Messico ‘ 68 nonche’ due volte campione europeo, nei 110 ostacoli . che ora fa l’ allenatore per la Federazione Atletica Leggera (“il maestro di zompi, o, per dirla in modo piu’ aulico, il tecnologo della prestazione sportiva”, ride), da due anni sedotto anch’ egli dalle piazze elettroniche. “Che faccio con la telematica? Ascolto, parlo, scrivo, cerco, studio, confronto, scruto e gioco”. L’ Homo Telematicus Romanus si divide in due sottospecie. Il maniaco e il telematico vero. Il maniaco, detto anche l’ “autoreferenziale”, e’ ormai ubriaco di bytes. Passa ore attaccato al modem intento a saccheggiare le stazioni telematiche (dette Bbs, Bulletin Broadcasting System), accaparrandosi le ultime versioni dei programmi software e i giochetti. “Ha dimenticato che computer e modem sono solo uno strumento di comunicazione e vive per la sua macchina, in simbiosi”, spiega Cristiano De Lucrezia. Il telematico autentico, diversamente, usa l’ elettronica per interesse professionale o intellettuale. Per esempio Arrigo Quattrocchi, 35 anni, critico musicale del quotidiano Il Manifesto: “Sono stato traviato da mia sorella. Ho visto che passava ore davanti al monitor. Dalla curiosita’ , sono passato all’ innamoramento, ora sono alla dipendenza. Scrivo, e spedisco via modem gli articoli al giornale faccio ricerche sull’ Internet. I colleghi prima mi guardavano come si guarda uno scemo. Ora sono diventato una sorta di mago addentro alle segrete cose dell’ elettronica”. Quattrocchi ha un motivo in piu’ per dire grazie alla telematica. Soffre dalla nascita di distrofia muscolare e vive su una sedia a rotelle. “La telematica permette alle persone con problemi di mobilita’ di entrare in contatto con centinaia di altri individui”. Cosi’ come e’ vitale per chi si sposta molto per lavoro. E il caso di Enrico Maria Ferrari, 30 anni, giornalista romano free lance che si occupa di turismo. Molto conosciuto nell’ ambiente, Ferrari appartiene alla categoria dei guru dell’ elettronica, quelli a cui tutti si rivolgono quando hanno qualche problema tecnico. Un “Homo telematicus et electronicus” a tutto tondo: cellulare, computer e modem, collegamenti con i piu’ importanti polmoni telematici del mondo, insomma, una star del circuito romano dei bytes. Altra star e’ Manola Lopez, 27 anni, (lavora a Radio Dimensione Suono) animatrice di frenetici dibattiti telematici sulle notti romane. Una delle non molte donne del circuito, Manola Lopez contraddice un popolare assioma della telematica: “Se una ragazza passa troppe ore davanti il computer, e’ perche’ troppo brutta per fare altro”. Cosi’ , come su un immensa metropolitana sotteranea e invisibile, e nell’ indifferenza dei piu’ , milioni di impulsi digitali viaggiano ogni notte sulle linee telefoniche della citta’ . Si discute di tutto: sesso, politica, viaggi, cucina, leggi, questioni internazionali, arte cinema, vita notturna e altro ancora. Provare per credere. Bastano un modem e una linea telefonica. Ma attenzione. Chi entra nel gioco rischia di esserne sedotto e catturato per sempre. ————————- PUBBLICATO —————————— TITOLO: I numeri per collegarsi alle centrali cittadine CONSIGLI UTILI – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Da dove cominciare? Per fornire notizie utili agli appassionati romani di Internet abbiamo pensato di riportare qui qualche numero di telefono necessario per connettersi alle principali centrali telematiche cittadine. Alla chiamata da effettuare via modem, naturalmente, rispondera’ un lungo segnale sonoro. Quel segnale sta ad indicare che il desiderato collegamento e’ iniziato e a quel punto non resta che seguire le istruzioni che, in maniera molto esplicativa, appaiono sul monitor. Ecco, allora, i numeri telefonici piu’ convenienti da consultare: Mc Link: 41.80.440; Agora’ Telematica: 69.90.532, oppure: 69.92.04.12; Mix Bbs: 32.13.737; Avana Bbs (Stazione telematica del Centro Sociale del Forte Prenestino): 25.74.110; Andromeda 32.15.099; Blue System (Bbs per gli appassionati del porno): 86.20.32.76; Malcom X (Bbs politico studentesca): 78.08.256.

Irdi Luigi

Pagina 51
(15 marzo 1996) – Corriere della Sera

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...